Blog: http://75.ilcannocchiale.it

Chi votare alle comunali di Milano

Oggi voglio essere irrituale. Ormai tutti coloro che mi leggono sanno che sono candidato al consiglio comunale per i Liberali per l'Italia.
Ma oggi voglio chiudere (prima del silenzio di sabato) le riflessioni elettorali spluciando le liste altrui al fine di individuare altri candidati a mio parere meritevoli di fiducia.
Non crederei nella politica se non facessi una cosa del genere.

Lista Ulivo (Ds e Margherita)

Francesca Zajczyk detta Zaicic
Sociologa urbana dell'Università della Bicocca, in quanto tale conosce perfettamente i problemi delle città contemporanee e li ha studiati seriamente. Merita un successo personale perché molto importante potrebbe essere il suo apporto nel processo di trasformazione di Milano.
E' la "candidata che avrei voluto nella mia lista".
Il suo sito.

Rosa nel Pugno

Pasquale Cioffi
Presidente uscente della Zona 7 per Forza Italia, ha fatto tanto. Ha ampliato parchi, ha ridisegnato piazze e strade in modo da dar loro un aspetto umano. Ha contribuito alla realizzazione del Contratto di Quartiere San Siro.
Il suo sito.

Lorenzo Lipparini
L'ho conosciuto anni fa, non potevo non citarlo. E' segretario dei Radicali milanesi e consigliere di facoltà a Scienze Politiche. E' uno che fa politica per passione e per idealismo.
Il suo sito.

Lista civica Letizia Moratti

Gisella Borioli
Famosissima giornalista di moda, fondatrice del "Superstudio" e animatrice della "Zona Tortona", il quartiere pulsante attorno a Via Tortona. Chiede più attenzione alla Milano creativa, artistica, culturale e turistica. Il nostro stesso programma.

Walter Cherubini
Presidente del Coordinamento Milano Ovest e della Consulta delle Periferie, ha fatto il consigliere di zona per tanti anni. Nel 2001 ha mancato di un soffio l'elezione in consiglio comunale. E' molto attivo nell'ambito dello studio delle periferie e del loro miglioramento. In questo senso è una voce autorevole.

Stefano Zecchi
Insegna estetica, è assessore uscente alla cultura. Un nome indipendente di garanzia per una politica culturale ai massimi livelli.

Questa è una città

Non indico nomi, anche perché loro preferiscono presentarsi come "46 sindaci". Sono quasi tutti giovani e hanno fondato una lista che è l'emanazione diretta dell'associazione Esterni, il che significa essere ideatori di manifestazioni ad altissimo livello, tra cui il Milano Film Festival.
Hanno un programma interessante, simile al "tutta un'altra città" dei Liberali per l'Italia in quanto all'impostazione e alla mentalità. Non sono personalmente convintissimo della loro idea di città come comunità, che a mio parere è una contraddizione, ma per il resto i loro sogni sono i nostri sogni: vedere Milano tornare grande e competitiva nei settori creativi e culturali, vederla pulsare di vita di giorno e di notte.

----

Tutta un'altra città
La mia pagina
 su Rete Civica Milano
Il mio blog su Rete Civica Milano
Il blog dei Liberali per l'Italia su Rete Civica Milano

Pubblicato il 26/5/2006 alle 13.52 nella rubrica Milano e provincia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web